San Fratello

San Fratello

Pubblicato il:

16 novembre 2006

Ultima revisione:

23 novembre 2010


S.Fratello


Altre informazioni:

Il Comune di San Fratello, situato su un crinale della catena dei Nebrodi e ai margini dei ricchissimi boschi della Miraglia, fu fondato probabilmente durante il XII secolo da Adelaide di Monferrato moglie, in terze nozze, del conte Ruggero I d'Altavilla. Il borgo diventò ben presto una vera isola linguistica in virtù di un idioma franco-lombardo che ha riscontro soltanto nei dialetti di: Sperlinga, Aidone, Nicosia e Piazza Armerina. Sotto Federico III (1355-1377) San Fratello appartenne alla famiglia Aragona, di origine catalana, passando poi agli Oliveri di Messina. Nel 1754 parte del centro fu inghiottito da una frana. Inizialmente si chiamò S.Filadelfio in onore del maggiore dei tre fratelli santi, di origine guascona, Alfio, Filadelfio e Cirino, martiri del III secolo dell'era cristiana le cui reliquie furono rinvenute sul monte Vecchio ove sorge una chiesa normanna a loro dedicata. Successivamente fu ribattezzato S.Fratello, nome comprensivo dei tre patroni.

Tra i monumenti degni di rilievo ricordiamo la chiesa normanna dei martiri Alfio, Filadelfio e Cirino che risale al 1182 e che sorge sulle rovine di un tempio greco in cima al monte Vecchio nel luogo dove sorgeva nel V-VI sec.a.C. la città greca di Apollonia. Il chiostro cinquecentesco di S.Maria del Gesù, poi, è tra i più armonici esemplari di architettura monastica in cui si conservano affreschi seicenteschi di fra' Emanuele da Como degli inizi '600. Fiorente è l'agricoltura che comprende le colture di agrumi, viti, ulivi, cereali e alberi da frutto. Vi sono anche boschi (noccioleti) e pascoli che favoriscono l'allevamento ovino, bovino, suino ed equino.

Interessante è la razza del cavallo Sanfratellano (indigeno incrociato con arabo), pregevole razza equina discendente dai cavalli normanni che vennero al seguito di Adelaide di Monferrato verso il 1200. A tale proposito viene effettuato ogni anno, una manifestazione zootecnica "la Rassegna Mercato" curata dall'istituto ippico di Catania e dall'Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste, che offre la possibilità di ammirare bellissimi esemplari di razza. Esistono piccole aziende che operano nei settori del legno, del marmo, alimentare (produzione di formaggi) e tessile.

E' a S.Fratello, inoltre, che ha luogo una delle più caratteristiche manifestazioni del folclore religioso italiano chiamata festa dei Giudei. Si tratta di una rappresentazione in costume di origine medievale derivante dal dramma sacro, ma con l'aggiunta di componenti profane che fanno pensare ad una confluenza del carnevale pagano nella pasqua cristiana. La festa si svolge, ininterrottamente, il mercoledì, il giovedì e il venerdì santo di ogni anno.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies