La prestigiosa sede del Maurolico avrà un nuovo look; sono in fase di ultimazione i lavori di manutenzione straordinaria per il rifacimento dei prospetti interni, della copertura a tetto, la sostituzione della quasi totalità degli infissi e l'adeguamento alle norme di sicurezza.

Gli interventi, diretti dagli architetti della Città Metropolitana di Messina Domenico Calarco e Caterina Marino, con le autorizzazioni e la supervisione della Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Messina, si sono resi necessari per il pessimo stato di conservazione della copertura a tetto lungo il Corso Cavour e la Via della Zecca, a causa delle numerose infiltrazioni di acque piovane lungo i controsoffitti del primo piano provocate dal deterioramento del manto di copertura dell'edificio e della pericolosa rottura di alcune porzioni di tetto, e sono consistiti nella riparazione e sostituzione delle parti ammalorate e pericolanti, delle tegole danneggiate e del manto di impermeabilizzazione garantando, pertanto, non solo la funzionalità del sistema di smaltimento delle acque meteoriche ma soprattutto la sicurezza degli studenti.

Altri interventi hanno interessato locali e scalinate interne al plesso scolastico con il ripristino di intonaci ed impianti. Si è proceduto all'adeguamento dell'immobile alle attuali norme antincendio attraverso la realizzazione di opere murarie e via di fuga, controsoffitti ignifughi, opere idriche e impianti elettrici di rilevamento, installazione di porte antincendio, installazione di idranti e griglie di aerazione. Particolare attenzione è stata posta alla collocazione di infissi ad elevate caratteristiche termiche, acustiche e di sicurezza, realizzati in pino di Svezia con vetri-camera antinfortunistici.

Il restyling non si è limitato soltanto all'aspetto puramente tecnico ma ha puntato anche a quello estetico attraverso il restauro della fontana posta nel cortile interno, la sistemazione della scalinata d'ingresso grazie alla sostituzione degli intonaci ammalorati e la ripresa, secondo le sagome originali, degli elementi e dei decori architettonici, la levigatura delle lastre di marmo e la sostituzione delle porzioni rotte o mancanti, la rimozione della pavimentazione in linoleum e la successiva levigatura parziale e pulitura del pavimento originario.

Per questa parte di lavori, che ammontano a complessivi 820mila euro, Palazzo dei Leoni si è fatto carico nel 2010 della spesa con l'accensione di un mutuo con la Cassa depositi e prestiti. Attualmente è in corso una seconda tranche di interventi, finanziati con i Fondi Strutturali Europei PON FESR ASSE II, destinati direttamente alle istituzioni scolastiche, per un importo complessivo di circa 750mila euro, ma che ha visto la Città Metropolitana di Messina impegnata nella redazione del progetto esecutivo da parte degli architetti Domenico Calarco e Caterina Marino, ai quali è stata assegnato anche l'incarico di direttori dei lavori.

Si tratta di opere attualmente in corso che completeranno quelle inserite nella prima tranche sopra indicata e che contribuiranno a realizzare un sostanzioso risparmio energetico; di rilievo sarà la realizzazione di un impianto fotovoltaico dimensionato alle esigenze energetiche dell'istituto, il restauro e il rifacimento degli intonaci della facciata con l'asportazione delle parti ammalorate e la sistemazione delle due palestre destinate alle attività ludico-sportive.

 

L'Ufficio Stampa

La rubrica telefonica dell'Ente con l'elenco completo delle caselle di posta elettronica istituzionali.