Supplemento Ordinario GURS n. 36 del 17/08/2018

Regione Siciliana - Assessorato dellʼEnergia e dei Servizi di Pubblica Utilità

Decreto del 26/07/2018

Approvazione dell’“Avviso pubblico con procedura valutativa a sportello per la concessione di agevolazioni in favore di Enti locali, anche nelle forme associative regolarmente costituite, per la realizzazione di opere pubbliche a mezzo di operazioni a regia regionale, per promuovere l’eco-efficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche” e della relativa modulistica, concernente le modalità e le procedure per la concessione e l’erogazione delle agevolazioni previste dall’Azione 4.1.1 del PO FESR Sicilia 2014/2020.

Il Decreto 26 luglio 2018, pubblicato sul Supplemento Ordinario alla GURS n. 36 del 17 agosto 2018, ha annullato il D.D.G. n. 504 del 12 luglio 2018 ed ha approvato il nuovo Avviso pubblico relativo all'Azione 4.1.1 del PO FESR Sicilia 2014/2020.

Obiettivo

Realizzazione di operazioni di opere pubbliche a regia regionale cui destinare le risorse appostate sull'Asse 4, Azione 4.1.1, del PO FESR Sicilia 2014/2020 cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

Beneficiari

Possono partecipare all’Avviso :

  • i Comuni della Regione Siciliana, anche nelle loro forme associative regolarmente costituite al momento della presentazione dell'istanza, e cioè: le Unioni di Comuni o le Associazioni di Comuni mediante convenzione, che svolgano in forma associata il servizio di illuminazione pubblica;

  • i Liberi Consorzi comunali di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani (ex Province regionali);

  • le Città Metropolitane di Palermo, Catania e Messina.

Operazioni ammissibili

Sono considerate ammissibili al contributo finanziario le operazioni di realizzazione di lavori pubblici (opere ed impiantistica), quali interventi finalizzati alla riduzione dei consumi di energia primaria e all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili per l’autoconsumo su edifici pubblici più energivori.

Edifici oggetto degli interventi

Saranno oggetto di interventi gli edifici:

  • adibiti ad uso pubblico ed insistenti nel territorio della Regione Siciliana;

  • di proprietà dell'Ente proponente e che siano nella disponibilità esclusiva dello stesso, a esclusione degli edifici adibiti a residenza e assimilabili e a uso commerciale;

Oppure

  • di proprietà del Demanio dello Stato o di altra Amministrazione pubblica e che siano nella disponibilità esclusiva dell'Ente proponente in virtù di un titolo che ne legittimi la detenzione o il possesso, a condizione che tutte le utenze riferibili all'immobile oggetto dell'intervento siano tassativamente intestate al soggetto proponente;

  • aventi superficie utile non inferiore a 250 mq.;

  • dotati di attestato di prestazione energetica (APE) (o, in alternativa, ACE in corso di validità, redatto prima dell’entrata in vigore dei Decreti del ministero dello Sviluppo Economico del 26 giugno 2015);

  • muniti di diagnosi energetica, eseguita ai sensi dell'Allegato 2 al Decreto Legislativo no102/2014 e s.m.i. ed in conformità alle norme tecniche UNI CEI EN 16247.

Tipologie di interventi

Sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di interventi:

  • interventi sull'involucro edilizio;

  • interventi sostituzione/implementazione sistemi impiantistici;

  • MHRV (ventilazione meccanica con recuperatore);

  • interventi sui sottosistemi dell'impianto termico (distribuzione, emissione, regolazione);

  • produzione energia elettrica da fonti rinnovabili;

  • altri interventi quali realizzazione di pareti ventilate, realizzazione di opere per l'ottenimento di apporti termici gratuiti, efficientamento dei sistemi di trasporto interni o relativi alle pertinenze degli edifici, come ascensori o scale mobili.

Requisiti generali dell’operazione

L’operazione proposta deve soddisfare i seguenti requisiti generali:

  • Ciascun Ente proponente può presentare fino a un massimo di tre (tre) domande di contributo finanziario ciascuna istanza dovrà riguardare un solo edificio o, in alternattva, un solo complesso immobiliare;

  • l’operazione deve essere completata, in uso e funzionante entro il termine programmato in semi di domanda di ammissione a contributo finanziario;

  • l’operazione deve rispondere ai requisiti di eleggibilità, ammissibilità e coerenza previsti e disciplinati dalla normativa comunitaria, nazionale e regionale di riferimento, dal PO FESR 2014/2010 e dalla relativa programmazione attuativa;

  • non sono ammissibili al finanziamento interventi già conclusi e/o per i quali sia stato emesso il certificato di ultimazione dei lavori alla data della pubblicazione sulla GURS dell’Avviso.

Spese ammissibili

L’importo del contributo finanziario definitivamente concesso costituisce l’importo massimo a disposizione del beneficiario ed è invariabile in aumento. Sono considerate ammissibili le spese effettivamente sostenute dai Beneficiari direttamente imputabili all'operazione e sostenute e pagate dal beneficiario nel periodo di ammissibilità della spesa del Programma e, comunque, entro il termine di conclusione dell'operazione.

L’elenco esaustivo delle spese ammissibili è consultabile al paragrafo 3.3 dell’Avviso.

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria dell’Avviso è pari a € 3.868.090,89.

Forma ed entità del contributo

Il contributo finanziario in conto capitale sarà concesso fino al 100% dei costi totali ammissibili dell'operazione, determinati in applicazione delle pertinenti disposizioni comunitarie. Il contributo concedibile, in relazione all'intervento oggetto della singola istanza in favore di ciascun beneficiario, non potrà essere inferiore ad € 200.000,00 e non superare € 3.000.000,00.

Il contributo finanziario non è cumulabile con altri finanziamenti pubblici aventi natura nazionale, regionale o comunitaria concessi per la stessa iniziativa ed avente ad oggetto le stesse spese.

Scadenza

La concessione del contributo avverrà secondo l'ordine cronologico di prenotazione delle domande; a tal fine farà fede la data e l'ora di acquisizione del "ticket". Le domande, redatte secondo la procedura telematica descritta al paragrafo 4.1 dell’Avviso, devono pervenire, a cura del proponente, esclusivamente all'indirizzo PEC dipartimento.energial@certmail.regione.sicilia.it entro il periodo di apertura dello sportello, cioè di vigenza dell'avviso, compreso tra le ore 10:00 del 30° giorno e le ore 12:00 del 45° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’Avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana. Qualora le date di apertura e/o di chiusura della presentazione delle istanze dovessero coincidere con un giorno festivo/non lavorativo, la scadenza s'intende automaticamente prorogata al primo giorno feriale/lavorativo utile.

Supplemento Ordinario GURS n. 36 del 17/08/2018

Area Riservata Comuni