Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità - Avviso Pubblico - Per la realizzazione di diagnosi energetiche nelle PMI

Bando preliminare al P.O. FESR Sicilia 2014/2020 Azione 4.2.1. - Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l'installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l'autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza.

 

Obiettivo

Incentivare la realizzazione della diagnosi energetiche o l’adozione del sistema di gestione ISO 50001, in una o più delle sedi operative della PMI, fino a un massimo di 10, situate in Sicilia, in cui si svolge l’attività di impresa, e presuppone il rispetto delle finalità e delle condizioni per la concessione e l’erogazione dei contributi previste negli atti sopra citati.

Oggetto del contributo

Sono oggetto del contributo di cui al Bando:

  • La redazione di diagnosi energetiche eseguite in osservanza dell’allegato 2 del d.lgs. 102/2014.

  • L’adozione del sistema di gestione dell’energia conforme alla norma ISO 50001. La stessa adozione deve riguardare l’intera sede operativa a cui è riferita e non può essere circoscritta ad una sola filiera produttiva o a un solo comparto della medesima sede.

Interventi realizzabili

La diagnosi energetica ha la finalità di fornire un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di una attività o impianto industriale o di servizi pubblici o privati, ad individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi-benifici, nonché a riferire in merito ai risultati che si prevede di ottenere mediante la realizzazione di almeno uno fra i seguenti interventi:

  • Interventi di efficienza energetica:

  • installazione di impianti di cogenerazione ad elevato rendimento;

  • interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi, diretta a ridurre l’incidenza energetica sul prodotto finale, tali da determinare un significativo risparmio annuo di energia primaria;

  • interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici nell’unità locale;

  • sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza;

  • installazione di nuove linee di produzione ad alta efficienza;

  • Interventi di installazione di impianti a fonti rinnovabili a condizione che l’energia prodotta sia destinata al soddisfacimento, in tutto o in parte, del fabbisogno di energia dell’unità locale.

Beneficiari

Le Piccole e Medie Imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  • non siano soggetti obbligati ai sensi dell’articolo 8, comma 3, del D.Lgs 102/2014, ovvero non siano iscritte nell’elenco annuale delle imprese energivore istituito presso la Cassa Conguaglio per il settore elettrico ai sensi del decreto interministeriale 5 aprile 2013;

  • abbiano la sede legale e la sede operativa (o le sedi operative) per cui viene chiesto il contributo in Sicilia;

  • mantengano il requisito di cui sopra in sede di pagamento del contributo;

  • siano regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle imprese da almeno 2 anni dalla data di presentazione della domanda di contributo;

  • se si tratta di imprese di servizi, siano costituite sotto forma di società;

  • siano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non siano in liquidazione volontaria e non siano sottoposte a procedure concorsuali;

  • si trovino in regime di contabilità ordinaria;

  • siano compatibili con i criteri indicati nel Regolamento (UE) n. 1407/2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti «de minimis»;

  • non rientrino tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;

  • siano in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell'ambiente e siano in regola con gli obblighi contributivi;

  • non siano state destinatarie, nei tre anni precedenti la domanda, di provvedimenti di revoca totale di agevolazioni concesse dal Ministero dello sviluppo economico e dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, ad eccezione di quelli derivanti da rinunce;

  • non siano imprese in difficoltà secondo la definizione di cui all’art. 2 punto 18 del Reg. UE 651/2014;

Spese ammissibili

Sono ammissibili al contributo, nei limiti di percentuale e di importo massimo previsti dal Bando, le seguenti spese sostenute a partire dalla data avvio del programma:

  • per la redazione di diagnosi energetiche:

prestazione eseguita da uno dei soggetti elencati all’art. 8, comma 1, del D.lgs 102/14, ovvero da Società di Servizi Energetici (ESCo), Esperti in Gestione dell’Energia (EGE) o Auditor Energetici, certificati da organismi accreditati ai sensi dell’articolo 8, comma 2 del D.lgs. 102/14 in conformità ai criteri di cui all’Allegato 2 del D.Lgs. 102/2014 e trasmesse ad ENEA, unitamente al File di riepilogo di cui all’art. 2 lett. b) Bando, tramite il portale Audit102: https://audit102.casaccia.enea.it/;

  • per l’adozione del sistema di gestione conforme alla norma ISO 50001:

certificazione di conformità alla norma ISO 50001, rilasciata da un organismo terzo, indipendente e accreditato ai sensi del Regolamento (CE) n. 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 luglio 2008 o firmatario degli accordi internazionali di mutuo riconoscimento.

Dotazione finanziaria

Le risorse finanziarie ammontano complessivamente a € 1.795.500,00.

Contributo

Il contributo viene concesso secondo quanto stabilito dal Regolamento “de minimis”.

L’ammontare del contributo concedibile per ciascuna domanda è pari al:

  • 50% delle spese ammissibili, e comunque non superiore ad € 5.000 al netto dell’IVA, per ogni diagnosi energetica;

  • 50% delle spese ammissibili, e comunque non superiore ad € 10.000 al netto dell’IVA, per ogni adozione del sistema di gestione ISO 50001 comprensivo di diagnosi energetiche eseguite in osservanza dei criteri di cui all’Allegato 2 del D.Lgs. 102/2014.

L’I.V.A. non è ammessa a contributo.

L’assegnazione del contributo avverrà secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Scadenza

La domanda di contributo dovrà essere presentata a decorrere dal trentesimo giorno dalla pubblicazione dell’Avviso sulla GURS entro e non oltre le ore 12,00 del sessantesimo giorno, salvo proroga, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: dipartimento.energia@certmail.regione.sicilia.it.

Leggi tutto