Comune di Oliveri


comune


Altre informazioni:

Ridente paesino sulla costa del golfo di Patti a sud di Capo Tindari.Molte sono le ipotesi avanzate sulle origini di questo comune. Secondo alcuni storici Oliveri sarebbe sorta nel I sec.d.C. a causa di un terribile terremoto che aveva distrutto Tyndaris ed avava costretto i sopravvissuti ad insediarsi in un posto sicuro. Sembra sia stato proprio questo cataclisma a dare origine ai caratteristici laghetti di Marinello formatisi, secondo questa tesi, col continuo depositarsi della sabbia sulla fondamenta rocciosa del rilievo montuoso del Tyndaris. Le successive notizie risalgono alla dominazione normanna tra il 1061 e il 1195 quando fu costituito il feudo di "Liveri" che fu assegnato al monastero dei Benedettini di Patti. Sorse in quel periodo il castello il cui primo castellano sembra essere stato, con gli aragonesi, Ferrais de Abellis, cui succedette nel 1360 Vinciguerra Alagona. Nel 1724 ne divenne proprietario il principe di Patti Ludovico Paratore Basilotta e dopo vari passaggi ereditari passò a Caterina Martorana Bonaccorsi i cui cugini sono attuali proprietari.

Lo sviluppo della pesca in passato è stato tale da portare alla costituzione della tonnara più grande e famosa della Sicilia. Si sa da antichi documenti, che essa è stata costituita nel 1456 dal figlio del vicerè di Palermo. La tonnara è divenuta oggi un complesso turistico di fama internazionale. Gli artigiani si dedicano alla costruzione di barche e alla lavorazione dei prodotti ittici ed agricoli (uva da vino, olive, cereali, ortofrutticoli). L'industria è presente nella produzione di materiale edilizio (C.E.A.M.). Vicino ai famosi laghetti è sorto il camping "Marinello" che è tra i più grandi ed organizzati della Sicilia e che contribuisce notevolmente a fare di Oliveri un'importante stazione turistica.